Serra bioclimatica: cos’è e come funziona

Categoria: Blog 

Una soluzione architettonica di design e personalizzabile, in grado di ridurre i consumi energetici, ampliando lo spazio della tua abitazione. Una serra bioclimatica o serra solare è la soluzione ideale per ricavare una stanza in più, abbattendo i costi e rispettando l’ambiente. Per poter essere realizzata, deve rispettare però determinati requisiti. Molto usata soprattutto nei paesi del Nord Europa, a dimostrazione della sua efficacia sia energetica che estetica, si sta affermando sempre di più anche in Italia.

Le caratteristiche tecniche

Una serra solare bioclimatica è uno spazio chiuso che può essere ricavato su un terrazzo oppure in giardino, a patto che sia adiacente all’abitazione. Deve essere esposta a sud, in modo da avere un giusto rapporto tra sole e ombra: l’esposizione è un elemento fondamentale, da valutare attentamente. Le pareti devono essere vetrate- costituite di vetri ad alta efficienza- che possono anche essere motorizzate.

Il tetto è di solito una struttura in acciaio verniciato a caldo, con vetro termico basso emissivo. La struttura non può avere schermature fisse, bensì mobili come tende, veneziane, pannelli di colore chiaro oppure piante. Le superfici trasparenti devono infatti essere protette dai raggi solari nei periodi caldi.

Ma come regolarti con la sua ampiezza? Ci sono delle specifiche normative a riguardo: la serra bioclimatica può occupare una superficie fino al 15% rispetto all’immobile a cui è collegata, per un risparmio energetico almeno del 10% durante l’inverno. Queste percentuali possono variare a seconda del comune, della regione o dei permessi richiesti per la sua realizzazione. Una serra bioclimatica a Roma può infatti dover rispondere a direttive diverse rispetto a una costruita a Milano. Puoi comunque considerarla un investimento molto utile dai diversi vantaggi, sia in termini economici che di “respiro” per la tua casa. Viene equiparata a un volume tecnico e considerata una soluzione di bioedilizia, non soggetta a tassazione. Quindi è uno uno spazio aggiuntivo che non influisce sulla cubatura della tua abitazione.

Spesso le serre bioclimatiche vengono confuse con le verande: entrambe infatti risultano delle parti aggiunte a un edificio. In realtà una veranda può prevedere materiali diversi, avere vetrate fisse, non rispettare un determinato orientamento. Inoltre influisce sul calcolo della cubatura e non prevede risparmio energetico. Sono due soluzioni con caratteristiche differenti e create con scopi altrettanto diversi.

Come funziona

Un serra bioclimatica assolve a precise funzioni a seconda della stagione e del periodo dell’anno.

Durante le giornate invernali sfrutta i raggi solari, trasformandoli in energia termica da immagazzinare all’interno e da trasmettere  al resto della casa. La notte, invece, dovrà minimizzare la dispersione del calore verso l’esterno. Allo stesso tempo, la sua costruzione e organizzazione devono garantire la protezione dal sole in estate, permettendo la ventilazione naturale all’interno della casa. Le aperture devono quindi essere posizionate in modo strategico, in modo da favorire la circolazione dell’aria.

L’obiettivo principale di una serra bioclimatica è quello di contribuire in maniera efficace al risparmio energetico dell’intera casa, tenendola calda durante l’inverno e fresca in estate. Per questo motivo sono previsti determinati materiali e parti strutturali ben precisi per la sua realizzazione, che deve essere affidata a mani esperte e con esperienza in questo specifico settore.

I benefici

Una serra bioclimatica ti aiuta a salvaguardare l’ambiente, riducendo le emissioni di Co2 e permettendoti di risparmiare anche sulle bollette. Del resto i temi legati all’ecosostenibilità sono sempre più urgenti e pressanti, a causa dei cambiamenti climatici in atto, e da anni si sta investendo in questa direzione. Sono infatti previsti anche degli sgravi fiscali se decidi di ricorrere a questa ingegnosa soluzione per la tua abitazione. Ma oltre ai preziosi benefici legati all’ambiente e al risparmio economico, una serra bioclimatica ti offre inoltre la grande opportunità, da non sottovalutare, di ampliare la tua casa. Puoi usarla per  aggiungere spazio utile, da poter organizzare in moltissimi modi differenti. Senza dimenticare la grande quantità di luce che avresti a disposizione: un dettaglio non da poco, che può aiutarti a ottenere un comfort maggiore e con effetti estremamente positivi sull’umore!

L’istallazione di soluzione innovativa di questo tipo ti permette di adeguarti alle norme sulle certificazioni energetiche, aumentando così anche il valore del tuo immobile sul mercato. Ma non puoi sottovalutare neanche l’impatto estetico: rappresenta un’opzione di charme e design. Un rifugio per la famiglia, un’area in cui poter vivere la propria casa restando a contatto con la natura circostante, un modo per godere sempre del tuo giardino anche durante la fredda stagione invernale.

Come arredare una serra bioclimatica

Una serra bioclimatica abitabile può diventare un’area gradevole e perfettamente fruibile della casa. Può essere arredata prendendo in considerazione lo stile della casa, il tuo gusto personale, lo spazio a disposizione e ovviamente il suo posizionamento. Ossia se si trova su un giardino oppure sul terrazzo.

Gli esempi a cui ispirarsi sono molteplici. Può diventare un’elegante zona living: poltrone, divani, TV, tavolino e librerie. Una sorta di salottino in cui rilassarsi o dove trascorrere il tempo libero in compagnia di tutta la famiglia. Oppure può essere sfruttata come quella “stanza in più” che hai sempre desiderato, da adibire a studio oppure a sala hobby. Immagina di arredarla con scrivania, librerie e una poltrona: un’area in cui lavorare oppure studiare con una vista privilegiata sul verde. Sarebbe perfetta anche con biliardo, calcio balilla, schermo piatto e playstation. Un mondo privato da dedicare al gioco e al divertimento, adatto a grandi e piccoli e in cui ricevere anche i tuoi ospiti.

Puoi scegliere inoltre di sfruttare la tua serra bioclimatica come “giardino d’inverno”: piante di diverso tipo, salottino, tappeti e cuscini per creare un angolo riservato, da ritagliare all’interno della casa. Ma c’è anche l’opzione “palestra“: puoi posizionare qui i macchinari con cui ti alleni di solito, in modo da dedicarti all’attività fisica ogni volta che vuoi. Se è stata ricavata sul terrazzo, puoi utilizzarla anche come cucina, per avere la possibilità di cucinare e trascorrere il tempo a tavola con intorno la magica atmosfera di un ambiente esterno, anche in inverno.