Pergole e Superbonus 110%: come ottenerlo

Categoria: Info Pergole 

Il Superbonus 110%, o Ecobonus 110, è una delle grandi novità del 2020 in quanto a incentivi e detrazioni fiscali per l’attuazione di lavori che migliorino l’efficienza energetica degli edifici.
Inserito nel Decreto Rilancio e approvato il 18 luglio 2020 il Superbonus permette di accedere a una detrazione fiscale del 110%, estendendo il precedente Ecobonus, che permetteva il 50% di detrazione delle spese.
Per accedere al Superbonus è fondamentale sapere quali interventi sono ammessi e quali pergole e sistemi di schermatura solare rientrano in questi determinati requisiti.

Gli interventi ammessi dal Superbonus

Vediamo ora quali sono gli interventi ammessi e i requisiti da rispettare per accedere alla detrazione fiscale del 110%.
Per gli interventi di efficientamento energetico ammessi all’interno del Superbonus deve essere possibile registrare un miglioramento complessivo di due classi energetiche per l’edificio. Dovrà quindi essere rilasciato da un tecnico abilitato l’APE, Attestato di Prestazione Energetica.

Gli interventi ai quali può essere applicato il Superbonus possono essere divisi in due tipologie:

  • interventi “trainanti”;
  • altri interventi.

Interventi “trainanti” ammessi dal Superbonus 110

Con interventi trainanti si intende una serie di interventi maggiori in grado di migliorare notevolmente l’efficienza energetica di tutta l’abitazione.

Interventi “trainanti” riconosciuti:

  • Isolamento termico e coibentazione: applicazione del cappotto termico isolante sull’involucro esterno dell’edificio. La superficie interessata deve essere maggiore al 25% della superficie esterna.
  • Miglioramento degli impianti di riscaldamento: sostituzione degli impianti di riscaldamento invernale già presenti con nuovi sistemi ad alta efficienza energetica per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua sanitaria.

Gli interventi di isolamento termico e miglioramento degli impianti di riscaldamento possono essere effettuati sia in strutture unifamiliari che su parti comuni di condomini e edifici plurifamiliari.

Altri interventi oggetti a Superbonus

Anche altri interventi di miglioramento energetico possono accedere al Superbonus se svolti insieme a uno dei due interventi trainanti. Questi interventi sono:

  • pergole, schermature solari e altri interventi ammessi già da Ecobonus al 50%;
  • installazione di pannelli solari e accumulatori di energia;
  • realizzazione di colonnine di ricarica destinate alle auto elettriche.

Tutti questi interventi infatti partecipano all’efficienza energetica dell’edificio, andando a supportare il miglioramento rappresentato dagli interventi trainanti e diventando anch’essi oggetto di Bonus con una detrazione del 110%.

Pergole e Superbonus, come accedere al 110% di detrazione

Anche l’installazione di pergole e schermature solari può entrare a far parte del Superbonus. Il requisito essenziale per accedere alla detrazione del 110% è che l’installazione della pergola venga effettuata congiuntamente alla realizzazione di uno o di entrambi gli interventi “trainanti”.

Per accedere alla detrazione del 110% l’installazione della pergola deve rispettare tutti i requisiti già previsti dall’Ecobonus al 50%, quindi dovrà:

  • essere applicata a protezione di una superficie vetrata come finestre e porte;
  • avere un’esposizione compresa tra Est, Sud e Ovest (non può essere rivolta verso Nord).

In questo modo la pergola non diventa solo elemento estetico, ma partecipa a migliorare l’efficienza energetica dell’edificio, schermandolo dai raggi solari e prevenendone il surriscaldamento.

Se si decide di far rientrare l’installazione di una pergola o di altre schermature all’interno del bonus questi interventi verranno considerati anche all’interno dell’Attestato di Prestazione Energetica, contribuendo al raggiungimento del miglioramento di classe energetica richiesto dal bonus.

Come ottenere il Superbonus: documenti necessari

Per ottenere il Superbonus e la detrazione fiscale del 110% occorre ottenere, prima di effettuare i lavori, una serie di documenti:

  • Visto di conformità: Il primo step nelle documentazioni da ottenere è la richiesta del visto di conformità all’Agenzia delle Entrate, fondamentale per avere accesso alla modalità di rilascio del bonus, la cessione del credito. Nel caso in cui l’intervento coinvolga le parti comuni di un condominio sarà necessario richiedere il via libera da parte dell’assemblea condominiale.
  • APE: Dal punto di vista energetico è necessario effettuare l’Attestazione di Prestazione Energetica, dove si registrano i benefici che porterebbero gli interventi e l’effettivo miglioramento energetico per l’abitazione.
  • Comunicazione ENEA: Una volta ottenuto il visto e verificate le possibilità di miglioramento energetico grazie ai lavori sarà necessario inviare le pratiche necessarie per l’ottenimento del bonus ad ENEA ( Ente Nazionale Energia Ambiente).

Come viene effettuato il Superbonus

Chi decida di usufruire del bonus per effettuare lavori di miglioramento energetico in casa può accedere a due modalità per ottenere la detrazione del 110%:

  • cessione del credito: la spesa dei lavori può essere ceduta dal proprietario dell’immobile direttamente alla banca, che si occuperà del pagamento dei lavori;
  • sconto in fattura: in questo caso il proprietario dell’immobile chiede che il bonus venga applicato come sconto sulla fattura, sarà poi l’impresa che emette la fattura a recuperare le spese come credito d’imposta, togliendo ogni costo a chi decide di effettuare i lavori.

Potrebbe interessarti anche:

Ecobonus e agevolazioni per installare una serra bioclimatica

Pergola e Tettoia: quali sono le differenze?

Serra bioclimatica: cosa dice la normativa?