Come scegliere una pergotenda per terrazzo

Categoria: Info Pergole 

Vuoi sfruttare il terrazzo tutti i giorni e tutto l’anno? Scopri come con le pergole addossate impacchettabili. La versione addossata è cosi chiamata in quanto la parte posteriore dove è posto il motore viene addossata a parete, per cui la struttura è composta soltanto due pilastri posizionati nella parte anteriore. Le pergotende offrono comfort e spazio da sfruttare anche nello spazio esterno alla casa con i vantaggi di una struttura simile a quella di un pergolato, cioè leggera e amovibile. Prima di acquistare una pergotenda per terrazzo, devi sapere che ci sono normative da rispettare, design, misure e c’è un’importante detrazione fiscale da prendere in considerazione. Di seguito i dettagli:

I vantaggi di scegliere una pergotenda per terrazzo

Le ragioni per installare una pergotenda in terrazzo sono molteplici, basti pensare al valore aggiunto che una copertura realizzata ad hoc può conferire ad uno spazio outdoor. In termini di vantaggi, la pergola consente di suddividere gli spazi più grandi, creando un’atmosfera raccolta e intima e, coprire gli spazi più piccoli per rendere abitale anche la parte esterna alla casa. Ideale anche per gli esercizi commerciali e per le strutture ricettive per l’accoglienza dei clienti, che avranno la possibilità di godersi lo spazio esterno della struttura senza rinunciare al comfort. Insomma, parliamo di una la soluzione per compensare uno spazio ridotto all’interno e un vasto spazio all’esterno. Le pergole per terrazzo sono un complemento di arredo che, non solo rende l’ambiente funzionale, sfruttabile al 100% e accogliente, ripara dalla pioggia, dal sole in estate e anche dal vento.

Quale pergotenda scegliere

Scegliere una pergola da terrazzo richiede lo studio e la valutazione di diversi parametri strutturali dell’edificio e del terrazzo, tenendo in considerazione anche l’arredo della casa o del locale. Per questa ragione, il progetto di installazione di una pergola da terrazzo deve essere studiato nei minimi particolari, senza tralasciare alcun aspetto. Da Zaza Design avrete un’assistenza prima, durante e dopo con una garanzia di due anni con interventi di manutenzione gratuiti.

Affidandovi a noi e all’esperienza del nostro team tecnico avrete la garanzia di poter disporre di una pergola realizzata ad hoc, per un effetto finale dalla grande resa estetica e funzionale. Prima di creare una zona living con una pergola è bene effettuare una valutazione dei seguenti aspetti:

  • la normativa cogente relativa al Comune di riferimento, necessaria ai fini di una realizzazione regolare che avvenga nel rispetto delle norme e dei regolamenti;
  • studiare il regolamento interno qualora foste in un condominio per assicurarsi che non esistano vincoli di alcun genere.

Il design della pergola per terrazzo

Attenzione all’architettura dell’edificio

A questo punto è il momento di scegliere il design: nei terrazzi molto ampi si può optare per una pergola che copra solamente una parte dell’ambiente, lasciando uno spazio che funzioni da solarium. La dimensione della pergola è direttamente proporzionale a quella del terrazzo, ma le pergole possono anche essere costruite su misura per adattarsi a qualsiasi tipologia di ambiente. Per mantenere, o migliorare l’armonia generale dell’outdoor, la pergola deve necessariamente riflettere il design dell’edificio.

abitazione con pergola orchestra

A tale scopo bisogna evitare i contrasti troppo marcati, ad esempio una pergola in stile retró addossata ad un edificio di moderna fattura. In via generale, il modello della pergotenda dovrà rispettare lo stile degli elementi circostanti. In questo modo avrete la garanzia di una realizzazione elegante e uniforme. Tra i modelli che meglio si adattano all’ambiente vi sono le pergole bioclimatiche, che costituiscono una vera e propria innovazione nel campo della bioedilizia per l’arredo degli esterni.

Normativa ed Ecobonus

L’installazione di una pergotenda rientra nel campo dell’edilizia libera, pertanto non richiede permessi di costruzione a meno che la zona non sia soggetta a vincoli paesaggistici. Attenzione inoltre a verificare che non esistano vincoli imposti dal regolamento condominiale, qualora si trattasse di un appartamento.
Anche per il 2020 è previsto l’Ecobonus (detrazione fiscale del 50%) per l’acquisto e la posa in opera di schermature solari mobili negli edifici esistenti.

L’agevolazione fiscale è di massimo 60.000 euro, che corrisponde ad una fornitura massima pari a 92.000 euro, posa in opera inclusa. Tutte le spese devono essere sostenute nel periodo 1 gennaio – 31 dicembre 2019. Sono escluse dall’ecobonus tutte le pergotende orientate a nord.

Ricordiamo che il tempo di trasmissione della documentazione all’Enea è di 90 giorni dall’installazione delle strutture. A marzo 2019 è stato pubblicato il sito ENEA per la trasmissione della documentazione.

Chi può accedere alla detrazione fiscale?

Tutti i contribuenti che:

  • sostengono le spese di riqualificazione energetica;
  •  possiedono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio.

Per quali edifici?

Alla data della richiesta di detrazione, devono essere esistenti, ossia accatastati o con richiesta di accatastamento, in corso ed in regola con il pagamento dei tributi.

A quanto ammonta l’entità del beneficio fiscale?

È possibile detrarre il 50% delle spese totali sostenute dal 01/01/2020 al 31/12/2020, per un massimo di 60.000 € per unità immobiliare.

Quali sono i requisiti dell’intervento?

  • I sistemi di schermatura solare devono essere applicati in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili dall’utente;
  • devono essere a protezione di una superficie vetrata;
  • possono essere installate all’interno, all’esterno o integrate alla superficie vetrata;
  • devono essere mobili;
  • devono essere schermature “tecniche”;
  • le chiusure oscuranti possono essere in combinazione con vetrate o autonome;
  • per le chiusure oscuranti sono ammessi tutti gli orientamenti;
  • per le schermature solari non sono ammesse le esposizioni con orientamento a Nord;
  • devono possedere la marcatura CE;
  • devono rispettare le leggi e le normative in tema di sicurezza e di efficienza energetica.

Potrebbe interessarti anche:

Costruire una veranda in vetro: caratteristiche e permessi

Come scegliere tra una pergola addossata o autoportante

Differenza tra vetro trasparente e extrachiaro