Come arredare una pergola bioclimatica

Categoria: Info Pergole 

Vivere il terrazzo, l’attico o il giardino tutto l’anno con qualsiasi condizione climatica è un sogno. Solo chi ha una pergola bioclimatica a casa può capire davvero il valore e il piacere di vivere lo spazio esterno della casa ogni giorno. Angoli che venivano utilizzati solo in primavera o in estate, ora possono essere sfruttati 365 giorni l’anno! Vivere queste nuove stanze aperte, però, vuol dire anche arredarle con i giusti mobili e oggetti, in linea con il design degli interni.

Hai deciso di installare una pergola bioclimatica?  Ecco dei piccoli suggerimenti – divisi per 5 tipologie di stile – per arredarla al meglio:

Stile industrial

L’arredamento industriale nasce negli anni Cinquanta a New York con il recupero e il riuso di spazi dismessi. Si tratta di un arredamento basico, lineare, ma funzionale. Superfici ruvide, non omogenee, colori scuri in contrasto con il bianco, legno, ferro battuto. Questo il mix per un arredamento industrial style. Al centro della pergotenda un bel tavolo di legno con le gambe in ferro battuto e le sedie sempre dello stesso materiale. Per arredare l’ambiente, oggetti vintage posizionati a terra, come se fossero provvisori, proprio come come comanda questo tipo di arredamento. Qualche candela bianca, una poltrona in pelle e, perché no, un camino finto decorativo. Se ne trovano moltissimi a buon mercato anche su Amazon. L’industrial funziona sempre, anche nell’associazione con arredi di altro genere.

Stile inglese

L’arredamento stile inglese si realizza ricreando l’atmosfera che si trova in un cottage o in una casa 100% british. Il legno fa da padrone: via libera quindi a mobili antichi, vissuti e vintage, magari trovati in qualche mercatino o da qualche rigattiere. Prevalgono i colori del legno: marrone e beige, ma trovano spazio anche tinte come il verde mela e il rosso veneziano. Per la scelta del divano, assolutamente di pelle, anche questo meglio se vintage. Se lo spazio lo permette, aggiungere poltrone, ceste e centrotavola in vimini. Staranno benissimo! Quadri, specchi e vasi dall’anima vissuta completeranno l’arredo pergola insieme, ovviamente, a piante da vaso, come le sempreverdi.

Stile contemporaneo

Lo stile contemporaneo nell’arredamento sia per esterni che per interni è tra i più amati oggigiorno. Probabilmente perché ha linee essenziali e colori neutri, minimal. Il rischio per chi sceglie di arredare la pergotenda con questo stile è quello di far risultare l’ambiente troppo freddo. Quindi, ok l’utilizzo del bianco, ma magari giocate con il candore del bianco: un mix tra rosa e giallo. Per il tavolo, optate per vetro o cristallo. Struttura in ferro o in acciaio e il piano in vetro. Pochi mobili e poca oggettistica. Puntare su vasi in vetro con fiori colorati che donano colore all’ambiente e qualche soprammobile color oro. Qualche idea? Per una pergola a bordo piscina, ad esempio, questo stile è l’ideale per creare un solarium elegante e moderno. Lo stile contemporaneo può sembrare il più semplice da realizzare, ma attenzione alla banalità.

Design contemporaneo

Simile allo stile contemporaneo, ma con qualche oggetto di arredamento di design. Qualche esempio? Una piantana da terra curva metallizzata, un vaso di design, sedie in plastica rigida – anche colorate -una poltrona, stampe in bianco e nero, uno specchio rotondo, piante sempreverdi, poltrone sagomate. Questo stile può risultare più costoso da realizzare, per il semplice fatto che gli oggetti di design hanno un costo. Alcuni brand non troppo costosi su cui puntare? Seletti, Pantone, Ikea…

Stile boho chic

Letteralmente bohemien chic. Bohemien si riferisce allo stile di vita degli artisti del XIX secolo e chic all’eleganza in francese. Il termine boho chic nasce ufficialmente nel 2000, prima nel mondo della moda, poi nel mondo dell’arredamento. Si tratta di un mix di stile che insieme risultato pazzeschi: hippy, etnico, nordico. Fondamentale è mixare oggetti vintage con oggetti moderni. Gli spazi sono piuttosto pieni, quindi uno stile totalmente diverso dall’arredamento minimal. Ogni angolo della pergola può essere arredato con panche, pile di giornali e riviste, vasi, ceste, pouf etncici, piante, tavolini, cuscini colorati, tappeti che ricordino l’Oriente e l’immancabile patchwork. Insomma, lo stile perfetto per liberare la fantasia e tra mercatini vintage e pezzi più ricercati.

Potrebbe interessarti anche:

Costruire una veranda in vetro: caratteristiche e permessi

Pergola addossata o autoportante quale scegliere

Differenza tra vetro trasparente e extrachiaro